CLASSIFICA ONLINE

 
Gli alpini trionfano al 20° Mezzalama sull’ostica meteo del Monte Rosa

Grazie a una breve finestra, collaudato l’inedito percorso Gressoney-Cervinia nei 150 anni del Cervino.

Pioggia, neve e tempesta sui ghiacciai foschi e minacciosi del Monte Rosa fino a stanotte. E poi l’arrischiata finestra meteo arrivata in extremis, calcolata da Luca Mercalli e sostenuta con granitica fede da Adriano Favre, l’artefice del moderno Trofeo Mezzalama, ha permesso lo svolgimento di una ventesima edizione strepitosa. Un’edizione degna dell’epopea nata nel 1933, oggi prova del circuito internazionale della Grande Course e ultima tappa della Coppa del Mondo Long Distance.
La mitica maratona di scialpinismo, (45 chilometri di sviluppo con salite per 3500 metri di dislivello), questa volta totalmente nuova per il percorso capovolto al fine di inaugurare i festeggiamenti dei 150 anni della conquista del Cervino, è stata durissima nella prima fase per il vento micidiale che sferzava lo sperone del Naso del Lyskamm a 4100 m di quota. Una vera cittadella di neve e ghiaccio da espugnare. Un’edizione molto combattuta tra le quattro cordate di testa che, battendo e ribattendo la traccia per la neve ventata, si sono contese il podio fino oltre la vetta del Castore, il tetto della gara a 4226 m. E infine una trionfale discesa di 12 km dal colle del Breithorn (3826 m) fino al traguardo di Breuil-Cervinia (2020 m) sotto un sole sfavillante, di fronte alla grandiosa mole del Cervino, imbiancata come una parete himalayana. Mai come questa volta la vittoria che incorona i vincitori va idealmente condivisa con lo staff di Adriano Favre, con le sue guide alpine delle tre valli valdostane del Monte Rosa che hanno attrezzato e praticamente “sminato” il percorso sul filo dei quattromila dalle insidie dei ghiacciai, combinate con condizioni di gara oggi straordinariamente impegnative.
La vittoria è stata strappata con caparbia tenacia dalla cordata favorita del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur del valsusino Matteo Eydallin (terzo successo al Mezzalama!), con il giovane valtellinese Michele Boscacci e l’ossolano Damiano Lenzi. Gli alpini hanno concluso la prova con il tempo di 5h10’49’’ a riprova del maggior dislivello e del forte vento contrario. I vincitori hanno staccato le pattuglie compagne di fuga sulla salita del Castore, strappando cinque minuti di vantaggio che hanno mantenuto fino al traguardo. Combattutissimo il secondo posto ottenuto dal team Italia 2 di Robert Antonioli, Manfred Reichegger e Lorenzo Holzknecht superando nella lunga discesa finale la squadra del tedesco Anton Palzer, con lo svizzero Martin Anthamatten e il bergamasco Pietro Lanfranchi, terzi a 17’’.
Vittoria a sorpresa tra le donne del team esordiente di Emelie Forsberg (Svezia), Axelle Mollaret (Francia) e Jennifer Fiechter (Svizzera) che hanno tallonato le favorite Laetitia Roux (Francia), Mireia Mirò Varela (Spagna) e Severine Pont Combe (Svizzera) nella prima parte di gara, e le hanno superate sul Naso del Lyskamm, mantenendo poi un esiguo vantaggio fino al traguardo tagliato in 6h35’09’’, con 2’51’’ sulle rivali.
Quasi 800 gli atleti in gara, per 260 cordate di 22 nazioni. Dodici i team femminili. Una sessantina le squadre eliminate al cancello del rifugio Quintino Sella (3580 m), a metà percorso, “chiuso” dopo sei ore e mezza dalla partenza,eloquente conferma delle durissime condizioni di questa 20a edizione assoluta, e decima del risorto Mezzalama di Adriano Favre (biennale, dal 1997). Un’eccellenza italiana made in Valle d’Aosta che non ha confronto nel panorama dello scialpinismo internazionale.
Alle ore 15 la provvidenziale finestra meteo che ha favorito questo ventesimo Mezzalama si è già richiusa e il massiccio del Monte Rosa è di nuovo completamente coperto.
 

 
Il Trofeo Mezzalama si correrà sabato 2 maggio. Dopo l’ultimo consulto con Luca Mercalli e la Società Meteorologica Italiana, la decisione è stata presa.

In questi giorni la Fondazione Trofeo Mezzalama e il suo direttore tecnico, la guida alpina Adriano Favre, sono rimasti in stretto contatto con Luca Mercalli ed i suoi collaboratori, per cercare di avere un’idea sull’andamento delle condizioni meteorologiche previste per il prossimo weekend.
L’edizione straordinaria del Trofeo Mezzalama che quest’anno ha invertito il percorso partendo da Gressoney La Trinité e arrivando a Breuil-Cervinia si è dovuta rimodulare in funzione delle condizioni meteo che hanno interessato il Monte Rosa.
«Purtroppo, - ha detto Adriano Favre - il maltempo annunciato è arrivato puntuale il 25 aprile, data nella quale sarebbe dovuta partire la XX edizione della “maratona dei ghiacciai”. Il maltempo persiste anche in queste ore su tutto il gruppo del Monte Rosa. Il tracciato è pronto. In quota, i tratti più tecnici del Naso del Lyskamm e del Castore sono segnalati e messi in sicurezza grazie a oltre 1200 metri di corde fisse. Adesso dobbiamo pensare a studiare la situazione prevista per il weekend del primo maggio. Questa mattina ci siamo trovati con Luca Mercalli e con i suoi più stretti collaboratori. La situazione che i modelli previsionali hanno evidenziato è una condizione di notevole instabilità che caratterizzerà l'intera settimana, lasciando due spiragli di bel tempo mercoledì e sabato».
«La situazione non è delle migliori - ha concluso Favre - ma dedicando la giornata di mercoledì al ripristino e alla pulitura delle zone più tecniche del tracciato come il Naso del Lyskamm e il Castore (dove in questo momento sta nevicando) all’alba di sabato mattina potremo dare regolarmente il via».
Tutte le operazioni di accredito delle squadre inizieranno venerdì 1 maggio alle ore 10,30 nella Palestra Sporthaus di Gressoney-Saint-Jean.


 
Spettacolo alla prima edizione del Mezzalama Jeunes,

I Cadetti e gli Junior, futuro dello scialpinismo, si sono confrontati lungo un percorso tecnico nella zona del Canalino dell’Aquila.

Questa mattina dal Gabiet (Gressoney La Trinité) si è corsa la prima edizione del Mezzalama Jeunes, gara di scialpinismo a squadre riservata alle categorie Junior e Cadetti, inserita nel circuito internazionale della Grande Course. I ragazzi sono stati baciati da una giornata soleggiata con temperature primaverili anche in quota, ultimo sole prima del peggioramento delle condizioni meteo che hanno costretto la Fondazione Trofeo Mezzalama a posticipare di una settimana la partenza della XX edizione della “maratona dei ghiacciai”.
I ragazzi della categoria Junior hanno gareggiato lungo un tracciato di 1500 metri di dislivello positivo diluiti in quattro salite, con il tratto tecnico del canalino dell’Aquila da affrontare a piedi con gli sci nello zaino. I cadetti e le ragazze della categoria Junior hanno corso in un percorso ridotto con 900 metri di dislivello positivo con tre salite e il medesimo tratto a piedi del canalino dell’Aquila.
Nella prova Junior la gara si è decisa lungo la terza salita con Erik Pettavino ed Enrico Cognein che hanno rotto gli indugi iniziando ad allungare sui valdostani Mathias Trento e Andrea Dellavalle. In terza posizione Fabio Pettinà e Matteo Cuel che sino al termine della seconda salita erano spalla a spalla con i battistrada.
La squadra piemontese/valdostana di Pettavino e Cognein nell’ultima salita può amministrare il vantaggio su Trento-Dellavalle andando poi a tagliare il traguardo di Gabiet con il tempo di 2:04’30’’, Trento-Dellavalle confermano la seconda posizione 2’05’’ di ritardo. Il podio è completato dalla squadra veneta di Fabio Pettinà e Matteo Cuel. In quarta posizione si sono classificati Enrico Loss e Daniele Carobbio, Loïc Brouet e David Pérez sono quinti.
Per quanto riguarda la categoria Cadetti è stata la squadra di Cogne formata dai fratelli Sébastien e Fabien Guichardaz a vincere con il tempo di 1:22’09’’ davanti a Marco Cunaccia e Michele Carelli. Salgono sul terzo gradino gli androrrani Martí Torregrosa e Sergi Casabella.
Tra le ragazze nella categorie Cadetti vince la squadra formata da Giorgia Felicetti e Melanie Ploner con il tempo di 1:39’42’’, alle loro spalle di classifica la svizzera Florence Buchs in coppia con l’italiana Giulia Murada. Conquistano la terza posizione Elisa Pedrolini e Alessia Re.
Tra le Junior la vittoria va alla coppia svizzera formata da Deborah Chiarello e Marianne Fatton. Le elvetiche chiudono con il tempo di 1:37’40’’. In seconda posizione si classificano Giulia Gherardi e Debora Contrio.
 
Venerdì mattina dal Gabiet (Gressoney La Trinité) alle ore 9.30 ci sarà il via della 1°Edizione del Mezzalama Jeunes.

Le categorie Cadetti e Junior gareggeranno nella zona del Canalino dell’Aquila.

Dopo la slittamento della partenza e quindi di tutto il programma della XX edizione del Trofeo Mezzalama di una settimana a causa delle previsioni meteo non favorevoli per sabato e domenica, Adriano Favre e il suo staff hanno voluto confermare il regolare svolgimento della gara riservata ai giovani.
La prova per le categorie Junior e Cadetti che partirà dal Gabiet a quota 2300 metri è inserita del circuito della Grande Course Jeunes, un progetto importante e fondamentale per l’avvicinamento dei ragazzi allo scialpinismo.
«Questa mattina - ha detto Adriano Favre - insieme a Marco Camandona saliremo verso il canalino dell’Aquila per tracciare il percorso dei giovani. I dislivelli e le caratteristiche tecniche rispecchieranno i regolamenti della Grande Course Jeunes. Siamo convinti che venerdì mattina i ragazzi possano divertirsi gareggiando lungo la prima parte del percorso del Trofeo Mezzalama. Insieme a Camandona disegneremo nella zona del Canalino dell’Aquila un tracciato tecnico, ma al tempo stesso sicuro e divertente, con qualche tratto da affrontare a piedi. La neve, soprattutto nelle prime ore della giornata, è compatta e ghiacciata quindi vogliamo che i ragazzi non corrano rischi inutili».
Per quanto riguarda il programma della gara giovanile, questo pomeriggio a Gressoney La Trinité nella sala Polivalente (Loc. Edelboden, accanto alla partenza della seggiovia Punta Jolanda) dalle ore 15 alle ore 17 i giovani atleti potranno accreditarsi e ritirare il pettorale, mentre alle ore 18 Adriano Favre durante il briefing tecnico spiegherà ai ragazzi le caratteristiche del percorso. Alle premiazioni che si svolgeranno nella piazzetta di Gressoney La Trinité alle ore 15 di venerdì pomeriggio ci sarà una madrina d’eccezione, infatti la campionessa dello sci di fondo Arianna Follis consegnerà i trofei ai giovani vincitori.
 
La partenza del XX Trofeo Mezzalama slitta di una settimana.

Adriano Favre: «Le previsioni meteo sono piuttosto chiare e avendo una situazione di brutto tempo durante tutto il prossimo weekend, siamo costretti a posticipare la partenza del Mezzalama al 1 maggio». E’ invece confermata la gara riservata ai giovani di venerdì mattina.

La conferma è arrivata poco prima delle ore 13 quando a Gressoney si è conclusa la riunione operativa per decidere se far disputare o meno il Trofeo Mezzalama nella sua data originale il 25 aprile.
«Questa mattina - ha annunciato Adriano Favre direttore tecnico del Mezzalama - abbiamo studiato insieme a Luca Mercalli i modelli aggiornati sulle previsioni meteorologiche per il prossimo fine settimana. Purtroppo la situazione che si presenterà sia sabato sia domenica sul gruppo del Monte Rosa non lascia spazio ad altre decisioni se non quella di posticipare la partenza del Trofeo al 1 maggio. Con un percorso così tecnico e impegnativo che si sviluppa per buona parte sopra i 4000 metri di quota non possiamo permetterci che 300 pattuglie partano con l’incognita di un peggioramento repentino delle condizioni meteo. Anche in questo caso dobbiamo pensare prima di tutto alla sicurezza degli atleti e degli addetti che lavoreranno in quota per tutta la durata della gara».
Per quanto riguarda la gara riservata ai giovani Favre ha confermato che venerdì si correrà regolarmente nella zona del canalino dell’Aquila.
 
Il percorso della XX edizione del Trofeo Mezzalama è pronto. Adriano Favre: «Mercoledì mattina, in base alle previsioni meteo, la decisione finale!»

Il lavoro fatto in questi giorni in quota, a oltre 4000 metri d’altezza, è incredibile. Adriano Favre, direttore tecnico del Trofeo Mezzalama e le oltre quindici guide alpine presenti sul ghiacciaio hanno segnalato e messo in sicurezza il tracciato della XX edizione del Trofeo Mezzalama che partirà da Gressoney La Trinité all’alba di sabato 25 aprile.
«E’ da oltre una settimana che siamo in quota a lavorare - ha detto Adriano Favre - le condizioni del ghiacciaio sono piuttosto severe, non c’è molta neve e il vento di questo inverno, in alcuni tratti, ha fatto riaffiorare il ghiaccio. I tratti più tecnici sono stati assicurati con delle corde fisse, in totale abbiamo circa 1200 metri di corde distribuiti su due linee in ogni tratto. La preparazione della discesa del Naso del Lyskamm è stata quella che ci ha impegnato maggiormente, oltre alla “vaporiera” che è servita per bucare il ghiaccio per inserire gli ancoraggi delle corde fisse, abbiamo dovuto “scalinare” la parte centrale per agevolare il passaggio degli atleti. E’ proprio per queste condizioni “alpinistiche” che abbiamo voluto rendere obbligatorio l’uso dei ramponi in acciaio».
«Per quanto riguarda la parete Ovest del Castore - ha continuato Favre - oltre a preparare due linee di discesa per evitare qualsiasi possibilità di rallentamenti, abbiamo già dislocato le scale per superare la crepacciata terminale appena sotto alla cresta. Lungo il tracciato la scorsa settimana avevamo portato tutti i bivacchi che saranno le basi d’appoggio in caso di necessità».
Dopo aver finito la preparazione del percorso di gara, il pensiero di Adriano Favre è rivolto alle previsioni meteo. «Il lavoro di tracciatura è ultimato - ha detto Favre - sono molto soddisfatto di questo percorso che da Gressoney La Trinité raggiungerà Breuil-Cervinia, è un tracciato molto tecnico e impegnativo dove tutti i concorrenti dovranno usare le loro capacità alpinistiche. Ora i nostri ragionamenti sono rivolti alle previsioni meteo per il weekend. Purtroppo le previsioni per sabato e domenica non sono delle migliori. Domani mattina, grazie ai modelli e ai consigli di Luca Mercalli, avremo una situazione più attendibile e riusciremo a decidere se confermare la partenza sabato mattina alle prime luci dell’alba oppure optare per altre possibilità».
Adriano Favre in chiusura raccomanda la massima attenzione anche per il pubblico che si addentrerà nel ghiacciaio per assistere alla gara. «Grazie alla collaborazione con le società che gestiscono gli impianti di Gressoney e di Cervinia - ha concluso Favre - il pubblico potrà salire in quota per tifare e incitare le pattuglie in gara. A Gressoney gli impianti apriranno alle ore 4 mentre a Cervinia si potrà salire a Plateau Rosà dalle ore 6. La mia raccomandazione, soprattutto per coloro che saliranno dal Rifugio Mantova verso il Naso del Lyskamm, è di avere con se la normale attrezzatura alpinistica».
 
AGGIORNAMENTO MATERIALI ADAMELLO SKI RAID E TROFEO MEZZALAMA 2015

Grazie a materiali isolanti sempre più validi, l'abbigliamento termico richiesto dai regolamenti delle nostre competizioni è in continua evoluzione. Per questo motivo, non volendo penalizzare gli atleti che se ne sono recentemente dotati, comunichiamo il seguente aggiornamento che verrà adottato nei prossimi Adamello Ski Raid e Trofeo Mezzalama 2015.

Qualora il terzo strato termico posseduto dall’atleta non raggiunga i 400gr (giacca) e i 300gr (calzoni), l’abbigliamento dovrà essere integrato con uno strato antivento, al fine di ottenere una protezione valida.

Si rammenta che i capi termici devono come minimo rispettare quanto previsto dal regolamento ISMF, vale a dire 300 gr per la giacca e 250 gr per i calzoni e che andranno indossati unitamente allo strato antivento.

Ricordiamo a tutti gli atleti che l'Adamello Ski Raid ed il Trofeo Mezzalama si svolgono per buona parte in alta quota 3000/4000 m. e quindi in ambiente glaciale. Invitiamo tutti a porre la massima attenzione alla protezione da freddo e vento: qualche decina di grammi in più nell'abbigliamento possono significare maggior confort, prestazioni migliori e, soprattutto, salvaguardia della propria incolumità.
 
Trofeo Mezzalama Jeunes, Gressoney-La-Trinité, AO

Il 2015 e' un anno di grandi novità: dopo la decisione di capovolgere il percorso, arriva una nuova gara dedicata ai più giovani!

Iscrizioni entro il 16 aprile, esclusivamente da qui

TROFEO MEZZALAMA JEUNES Gressoney-La-Trinité AO

Venerdì 24 aprile, giorno antecedente quello fissato per la gara Senior, si svolgerà il Trofeo Mezzalama Jeunes, riservato a squadre di due atleti appartenenti alle categorie Junior e Cadetti, maschili e femminili, in possesso della Carta Grande Course Jeunes, iscritti ad uno sci club e in regola con l’ iscrizione alla Federazione di sci del proprio Paese.

LA GARA è aperta anche a coppie miste (maschili/femminili e di categoria), fermo restando che i punteggi acquisiti da queste coppie saranno validi esclusivamente per la classifica individuale della Grande Course Jeunes. Le coppie miste M/F saranno classificate come Maschili.

ISCRIZIONI entro il 16 aprile 2015, unicamente sul sito www.trofeomezzalama.it nella sezione “jeunes”.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 30,00 per ogni atleta (60 euro a coppia). Comprende un gadget di partecipazione, l'utilizzo eventuale degli impianti di risalita ed il servizio di ristoro a fine gara, con esclusione della sistemazione alberghiera. Il Comitato Organizzatore ha comunque concordato prezzi agevolati per le squadre che desiderano prenotare una camera in loco. Info e booking: Consorzio Turistico Gressoney Monte Rosa mezzalama@gressoneymonterosa.it tel +390125356670

ACCREDITO, verifica dei materiali e consegna dei pettorali dalle ore 15,00 del 23 aprile 2015 presso la sala polivalente di Gressoney-La-Trinité, accanto alla biglietteria Punta Jolanda.

MATERIALI conformi a quanto richiesto dal regolamento generale del Trofeo Mezzalama ,inclusi i ramponi e fatta eccezione di corda e piccozza.

PERCORSO conforme al dettato dei regolamenti nazionali ed internazionali inerenti le categorie interessate. Si svolgerà nel settore Gabiet/Zindre/Salza nel Comune di Gressoney La Trinite-AO. La Direzione di Gara, a proprio insindacabile giudizio, potrà in ogni momento apportare al percorso le modifiche che riterrà opportune per il miglior svolgimento della gara, con particolare riferimento alla sicurezza degli atleti.

Il BRIEFING obbligatorio per almeno un atleta di ogni squadra, verrà di norma effettuato al termine delle operazioni di accredito o al più tardi la mattina prima dell'inizio della competizione.

PENALIZZAZIONI e SQUALIFICHE come da regolamenti nazionali ed internazionali.

RECLAMI entro 15 minuti dalla conclusione della gara,corredati dalla cifra di € 50,00.

TUTTE le DECISIONI saranno ad insindacabile giudizio dell'organizzazione della gara.

La PREMIAZIONE si effettuerà al termine della gara, con premi in natura, presso lo Sporthaus di Gressoney-Saint-Jean, nella sala di accredito delle squadre senior, prima del briefing tecnico.

 
Il 25 aprile si correrà la ventesima edizione del Trofeo Mezzalama.

Il 25 aprile si correrà la ventesima edizione del Trofeo Mezzalama. A un mese e mezzo dal via sono oltre 300 le richieste di iscrizione. La Monterosa SpA annuncia speciali misure per favorire gli allenamenti. Venerdì 27 marzo al Forte di Bard la presentazione ufficiale.

L’appuntamento con la ventesima edizione del Trofeo Mezzalama fissata per sabato 25 aprile si sta avvicinando a grandi passi come la primavera. La “maratona dei ghiacciai”, prova della Grande Course e della Coppa del Mondo Long Distance ISMF, si correrà  lungo un percorso capovolto rispetto a quello consueto. Si partirà infatti da Gressoney-La-Trinité e, cavalcando i ghiacciai e le creste del massiccio del Monte Rosa sul filo dei quattromila metri di quota, si arriverà questa volta a Breuil-Cervinia. L’edizione straordinaria con inversione a U della storica gara di skialp nata nel 1933 inaugurerà le celebrazioni dei 150 anni della conquista del Cervino previste per l’estate.
«A un mese e mezzo dal via - ha detto Adriano Favre direttore tecnico della Fondazione Trofeo Mezzalama - sono arrivate le richieste di iscrizione di oltre 300 squadre, equivalenti a ben 900 atleti. I team si sono già molto autoselezionati e il livello è veramente alto. A oggi abbiamo esaminato e confermato circa 200 team. Oltre a valutare i risultati agonistici delle gare più importanti della Grande Course e della Coppa del Mondo, personalmente sono molto attento al curriculum alpinistico, perché per il Trofeo Mezzalama l’esperienza in alta montagna è un requisito essenziale».
Intanto gli atleti stanno intensificando gli allenamenti, cercando in particolare di approfondire la conoscenza del percorso che, in seguito all’inversione del senso di marcia, risulta per tutti nuovo.  Oltre all’aumento del dislivello complessivo di circa 350 metri, le difficoltà più temute sono le ripide discese del Naso dei Lyskamm e della parete Ovest del Castore. Sembra invece un po’ meno severo del tradizionale e temuto cancello del colle del Breithorn il nuovo varco orario fissato al Rifugio Mantova (3470 m): potranno proseguire la gara le squadre maschili che passeranno entro le 3 ore; entro le 3 h 15’ quelle femminili e miste. «Ho preferito lasciare circa un quarto d’ora di respiro in più - spiega Adriano Favre - per evitare di spremere gli atleti nel primo tratto. Questa volta, invece del lungo falsopiano dei Breithorn, la salita prosegue fino ai 4100 m del Naso!»
Per permettere ai mezzalamisti di allenarsi e provare sul campo il nuovo tracciato la Monterosa SpA ha predisposto apposite misure. Al mattino, dalle ore 5.30 alle 8.15 verranno sospese le operazioni di battitura e preparazione delle piste che salgono da Gressoney-La-Trinité. La zona aperta agli allenamenti skialp interessa la Pista G3 Jolanda fino al primo bivio, poi a sinistra per Bedemie e prosegue sulla pista G5 Alpericka fino all’Alpe Gabiet; da qui sale per un tratto di pista G7 dei Salati fino all’ampio piano sopra gli alberghi, a quota 2500 mt circa. Continua sulla traccia a sinistra, indicata dalle paline arancioni, che porta all'Orestes Hütte e sul fuoripista di Indren.
Tutte le novità del XX Trofeo Mezzalama 2015 verranno illustrate in dettaglio nel corso della presentazione ufficiale venerdì 27 marzo, alle ore 18, nella “Sala Archi Candidi” del Forte di Bard.
 
Il Monterosa Ski si allena con i campioni

Mancano ormai poche settimane alla tanto attesa ventesima edizione del mitico Trofeo Mezzalama. La classica dello scialpinismo valdostano per l’edizione 2015 si correrà su un percorso invertito rispetto allo sviluppo che dagli anni Trenta del secolo scorso prende il via dalla Valtournenche, per raggiungere Gressoney-La-Trinité, sfidando i ghiacci e le creste del Massiccio del Monte Rosa.
In questo periodo di preparazione atletica, la Monterosa SpA ha predisposto alcuni percorsi dedicati espressamente all’attività scialpinistica e dalle ore 5.30 alle ore 8.15 del mattino le operazioni di battitura e preparazione delle piste vengono interrotte per consentire agli atleti di allenarsi sul percorso del Mezzalama 2015, salendo da Gressoney-La-Trinité e provando così la novità del tracciato inverso.
La zona di allenamento ripercorre la Pista G3 Jolanda fino al primo bivio, poi a sinistra per Bedemie per proseguire sulla pista G5 Alpericka fino all’Alpe Gabiet, da qui sale per un tratto di pista G7 dei Salati fino all’ampio piano sopra gli alberghi, a quota 2500 mt circa. Continua sulla traccia a sinistra, indicata dalle paline arancioni, che porta all'Orestes Hütte e sul fuoripista di Indren.
Il transito su questo percorso è consentito dalle ore 5.30 del mattino alle ore 8.15 (orario massimo di partenza da Gressoney-La-Trinitè).
Alcuni accorgimenti per gli atleti:
1- si consiglia di fare attenzione a salire la pista lungo le paline di sinistra, in fila indiana;
2- è vietato attraversare la pista, soprattutto dietro a dossi;
3- in caso di nevicata è necessario fare massima attenzione ai mezzi battipista;
4- è severamente proibito cambiare itinerario su altre piste chiuse.
Si ricorda che, in tutto il comprensorio, al di fuori dell’orario consentito, è vietata la risalita con gli sci da alpinismo e si possono percorrere esclusivamente i sentieri battuti appositamente per questa attività con partenza dalla piana di Sant’ Anna e dalla conca del Gabiet, segnalati con bandierine verdi.
La Monterosa Spa programmerà le battiture delle piste delle prossime settimane in funzione di queste “finestre di allenamento”, compatibilmente con le condizioni meteo e le possibili precipitazioni, per dar la possibilità agli atleti di studiare il tracciato e individuare la migliore tattica di gara.
 
Il Rifugio Mantova riapre giovedì 12 marzo

Una notizia importante per tutti gli atleti che si allenano sulle nostre montagne in vista del XX Trofeo Mezzalama: giovedì 12 marzo riapre il Rifugio Mantova e rimarrà aperto tutti i giorni fino ai primi di maggio!
 
Il 5 gennaio inizia l’avventura del Trofeo Mezzalama. Sul sito ufficiale si apriranno le iscrizioni alla ventesima edizione.

Lunedì 5 gennaio sulle pagine web del sito ufficiale del Trofeo Mezzalama www.trofeomezzalama.it, si apriranno le iscrizioni alla ventesima edizione in programma il 25 aprile. Anche se mancano meno di quattro mesi al via della Maratona dei Ghiacciai, le squadre hanno già iniziato ad allenarsi nell’ottica di questo importante appuntamento agonistico che caratterizzerà l’intera stagione scialpinistica.
Il Trofeo Mezzalama, terza prova annuale del circuito della Grande Course, è inserito nel circuito Long Distance di Coppa del Mondo della ISMF, la Federazione Internazionale che governa lo scialpinismo agonistico.
Il 25 aprile, le date per i possibili recuperi sono il 26 aprile oppure 1-2-3 maggio, partirà un Mezzalama capovolto dove lo start sarà dato da Gressoney-La-Trinité mentre lo striscione d’arrivo sarà posizionato nel cuore di Breuil-Cervinia. Le squadre ammesse potrebbero rappresentare più di 23 nazioni (dati edizione 2013) e dovranno affrontare circa 45 chilometri con 3.430 metri di dislivello positivo e 2.867 metri di dislivello negativo.
Le modalità d’iscrizione sono descritte nei minimi dettagli all’interno del regolamento. Ogni atleta dovrà inserire i propri dati nel data base Grande Course e acquistare la carta oppure semplicemente rinnovarla, se già aveva inserito i propri dati nel biennio precedente. In caso di dubbi, un video dimostrativo illustra tutti i passaggi in modo chiaro.
Le domande d’iscrizione si potranno inviare fino al 22 marzo e, fino ad allora, la Fondazione selezionerà le squadre in base al curriculum sci-alpinistico indicato da ogni atleta. Una volta raggiunte le 300 squadre ammesse, gli eventuali team in eccedenza ma con caratteristiche di idoneità, verranno inseriti in una lista d'attesa.
Nella stesura della starting list, avranno la precedenza i migliori classificati nelle gare del circuito La Grande Course e nelle più prestigiose competizioni di specialità.
Ogni componente della squadra, oltre ad essere in possesso della tessera Grande Course, se di nazionalità italiana dovra' appartenere a uno sci club iscritto alla Fisi ed indicare pertanto il proprio codice atleta.
Come sempre, al momento dell’iscrizione ogni concorrente dovrà caricare sul proprio profilo un certificato medico sportivo valido ed un breve testo che indichi le ultime gare fatte, i piazzamenti e ogni informazione valida a dimostrarne la preparazione alpinistica.
Il tutto verrà esaminato dal Direttore Tecnico Adriano Favre e dal suo staff tecnico.
«Siamo stati sempre molto attenti - ha detto la guida alpina Adriano Favre - nelle valutazioni dei curricula dei nostri atleti. In questa edizione lo saremo ancor di più dal momento che il tracciato capovolto da Gressoney-La-Trinité a Breuil-Cervinia risulterà molto più tecnico e alpinistico».
 
XX Trofeo Mezzalama : da Gressoney a Breuil-Cervinia attraverso il Monte Rosa

Data: 25 aprile 2015

Date di recupero in caso di maltempo: 26 aprile, 1-2-3 maggio 2015

Apertura iscrizioni: 5 gennaio
Chiusura iscrizioni: 22 marzo
Numero massimo di squadre ammesse: 300

Regolamento disponibile su questo sito a partire dal 1 gennaio.


La prossima edizione del Trofeo Mezzalama, la numero 20, sarà completamente nuova, diversa dalle precedenti, pur ricalcando lo stesso, affascinante percorso a cui tutti siamo affezionati.

A ogni edizione si può facilmente constatare che non esiste un Mezzalama identico ai precedenti, perché la storica gara di skialp non si svolge su una pista, ma su un terreno d’alta montagna. L’ambiente dei quattromila, come ben sanno gli alpinisti, è soggetto a condizioni variabili dell’innevamento, dei ghiacciai e soprattutto della capricciosa meteo primaverile. Ogni volta bisogna fare i conti con il “fattore Monte Rosa” piuttosto imprevedibile e sempre mutevole.

Il Trofeo 2015 sarà ricordato per una novità inconsueta e sorprendente, che scompiglierà le abitudini e le tattiche degli atleti, che si troveranno ad affrontare un Mezzalama per tutti loro completamente inedito.

Come si sa, il “moderno” Mezzalama che si corre ogni due anni dal 1997 ha molto allungato sia in distanza, sia in dislivello il tracciato storico adottato negli anni Trenta e negli anni Settanta. Infatti nelle ultime 9 edizioni si è sempre corso da Breuil-Cervinia (2020 m) a Gressoney-la-Trinité (1624 m).

Nel 2015 si correrà da Gressoney-la-Trinité a Breuil-Cervinia, stesso percorso ma in senso inverso. Ecco la grossa novità: “le discese ardite” diventano “risalite” e viceversa. Può sembrare l’uovo di Colombo, invece alla prova dei fatti, invertendo il senso di marcia nella traversata, assisteremo sicuramente a un Mezzalama del tutto diverso e sorprendente.

In verità, un precedente esiste e risale al lontano 1937: i veterani e i valdostani ricorderanno che quell’anno, per inaugurare la funivia Cervinia-Plan Maison che apriva la conca del Breuil al nuovo avvenire dello sci, la gara nata nel 1933 venne disputata in senso inverso. Invece di partire dal Colle del Teodulo (3290 m) per tagliare il traguardo all’Alpe Gabiet (2350 m) - quello era il tracciato classico -, il via venne dato alla Capanna Gnifetti (3611 m), e l’arrivo fu posto a Plan Maison (2548 m).

Sappiamo che il protagonista del Giro del mondo in 80 giorni vinse la sua scommessa perché viaggiando da est a ovest guadagnò un giorno, mentre se avesse viaggiato nel senso opposto avrebbe certamente perso. Tuttavia non possiamo garantire che il cronometro possa procurare anche ai “mezzalamisti” sorprese del genere solo puntando gli sci da Gressoney a Cervinia.

Per la prossima edizione straordinaria c’è una motivazione e un’occasione speciale: il 20° Mezzalama taglia il traguardo ai piedi del Cervino per ricordare e festeggiare i 150 anni della prima ascensione alla vetta più bella ed emblematica delle Alpi. La storica maratona di scialpinismo rende omaggio a un evento fondatore dell’alpinismo moderno, anticipando le celebrazioni che saranno organizzate per metà luglio 2015.
 
Il Trofeo Mezzalama si capovolge:

Il Trofeo Mezzalama si capovolge:  il 25 aprile 2015 si partirà da Gressoney-La-Trinité per arrivare a Breuil-Cervinia: «Sarà un Mezzalama inedito, più tecnico, più lungo con un approccio totalmente diverso!»

Questa mattina nella splendida sala “Quattro Colonne” della sede di UBI Banca è stata presentata la XX edizione del Trofeo Mezzalama. L’attenzione verso la maratona dei ghiacciai è talmente alta che in questi ultimi mesi i mezzalamisti avevano percepito un sorta di cambiamento profondo. A sette mesi esatti dal via c’è stata la conferma: il percorso del Trofeo Mezzalama cambia. Si partirà all’alba da Gressoney-La-Trinité e si arriverà in centro a Breuil-Cervinia. Perché il 25 aprile si correrà a ritroso facendo diventare le discese delle salite e viceversa? La Fondazione Trofeo Mezzalama vuole ricordare in modo significativo i 150 anni dalla conquista del Cervino, montagna simbolo della competizione nata nel 1933.
Alberto Pedroli di UBI Banca ha dato il benvenuto a tutti i presenti spiegando i principali motivi che hanno reso possibile la partnership tra UBI Banca e la Fondazione Trofeo Mezzalama, inoltre ha anticipato il progetto della carta di credito marchiata Trofeo Mezzalama.
«E’ bello vedere come ogni “vigilia” di Mezzalama ci sia sempre questa voglia di ritrovarsi per sentire le stesse emozioni - ha detto Giorgio Pession, presidente della Fondazione Trofeo Mezzalama - perché è proprio di questo che si tratta: di emozioni. Emozioni che non cambiano, che si rinnovano, che si modificano, che saranno identiche anche adesso con un percorso completamente diverso perché il Mezzalama rimane unico». Pession ha terminato il suo intervento guardando al futuro. «Siamo i primi a essere curiosi, - ha concluso il presidente della Fondazione - ci chiediamo come sarà, ci stiamo impegnando al meglio e chissà che questo Mezzalama “al contrario” non diventi un’alternanza, un modo per legare ancora di più queste valli».
Prima di scendere nei dettagli tecnici Pietro Crivellaro, amico e storico del Trofeo Mezzalama ha spiegato che questa inversione del percorso era già stata affrontata nel lontano 1937. «La ventesima edizione sarà ricordata per una novità più radicale, inconsueta e sorprendente. In verità un precedente esiste e risale al lontano 1937: i veterani e i valdostani ricorderanno che quell’anno, per inaugurare la funivia Cervinia-Plan Maison che apriva la conca del Breuil al nuovo avvenire dello sci la gara nata nel 1933 venne disputata in senso inverso. Invece di partire dal Colle del Teodulo (3290 m) per tagliare il traguardo all’Alpe Gabiet (2350 m) - quello era il tracciato classico -, il via venne dato alla Capanna Gnifetti (3611 m), e l’arrivo fu posto a Plan Maison (2548 m).
Anche i ragazzi del Centro Sportivo Esercito, vincitori dell’ultima edizione, Matteo Eydallin, Manfred Reichegger e Damiano Lenzi hanno ascoltato attentamente le spiegazioni di Adriano Favre, direttore tecnico del Mezzalama. «Nella XX edizione del Trofeo Mezzalama - ha raccontato Favre - ci sarà un approccio alla competizione completamente diverso. Cambiano i tempi di passaggio, visto che il dislivello totale aumenterà di circa 350 metri, le difficoltà tecniche aumenteranno e chi gareggerà il 25 aprile dovrà essere anche un alpinista. Sicuramente chi non ha le conoscenze tecniche e non è abituato a muoversi in alta montagna, potrà avere qualche diffi coltà. I tratti già impegnativi come il Naso del Lyskamm e la cresta del Castore, affrontati in senso inverso rispetto agli scorsi anni saranno molto più tecnici e difficili. Inoltre l’ascesa da Gressoney-La- Trinite’ annullerà il tratto della salita lungo la pista del Ventina che da Breuil-Cervinia portava a Plateau Rosà, dove veniva premiata la sola performance atletica. Questa prima parte di gara avrà delle connotazioni tecniche importanti, con la salita in traccia e con numerose inversioni di marcia. La discesa verso Breuil - Cervinia non seguirà la pista Ventina, ma si sposterà verso il canale del Teodulo per poi arrivare in centro al paese completamente in fuori pista».
La Fondazione Trofeo Mezzalama ha siglato un importante accordo triennale con Dynafit, azienda leader nel mondo dello scialpinismo. Stefano Finazzi, direttore commerciale Dynafit Italia, ha spiegato che questa partnership va oltre la mera sponsorizzazione economica. «Il brand del leopardo delle nevi - ha annunciato Finazzi - rappresenta un punto di riferimento nello scialpinismo, ed è per questa ragione che ha voluto legare il proprio nome, per le prossime tre edizioni, a quello di Mezzalama. La partnership con l’evento valdostano potrebbe inoltre portare nella prossima stagione all’allestimento di una collezione di sci, attacchi e scarponi intitolata al Mezzalama, come già fatto nel recente passato con altre gare prestigiose del panorama sci alpinistico».
In conclusione della presentazione Francesca Imperato dell’Area Commerciale Ubi Banca ha spiegato le caratteristiche della carta di credito “Enjoy Mezzalama”. «Enjoy Ski Mezzalama - ha annunciato la Imperato - è una carta prepagata dotata di codice IBAN, appartenente alla famiglia della Carta Enjoy di UBI Banca, che funziona anche come un vero Skipass elettronico utilizzabile presso importanti comprensori sciistici convenzionati». «La funzionalità Skipass, ha concluso la portavoce di UBI Banca - attraverso l’innovativa tecnologia pay-per-use di Skidata, consente di accedere direttamente agli impianti di risalita dei comprensori del network Enjoy Ski (www.enjoyski.ubibanca.com) semplicemente avvicinando la carta agli appositi lettori presso i tornelli, evitando così la coda alle biglietterie per l’acquisto dello skipass e pagando solo quanto effettivamente sciato su base oraria».
 
Conferenza stampa di presentazione del XX Trofeo Mezzalama

Giovedì 25 settembre presentiamo a Milano, Ubi Banca, sala Quattro Colonne, tutte le novità del prossimo Trofeo, messo in calendario per il 25 aprile 2015.
Un'edizione straordinaria che non mancherà di stupirvi.

L'appuntamento con la DIRETTA WEB IN STREAMING della conferenza stampa è su questo sito a partire dalle h. 10,30.
 
Venerdì 15 novembre il Trofeo Mezzalama su DeeJay TV

Venerdì 15 novembre alle ore 21 andrà in onda su Deejay tv il documentario “Mezzalama maratona di ghiaccio”. Documentario prodotto da GiUMa produzioni in collaborazione con la Fondazione Trofeo Mezzalama e la Filmcommission Valle d’Aosta. La regia è di Angelo Poli, scritto con Chiara Giuliani e fotografia di Gianni Monfredini.

"Una famiglia particolare, una famiglia di atleti, chi professionista, chi semplice amatore, ma ognuno spinto dalla stessa passione: lo sci-alpinismo. Uno sport che richiede fatica, allenamento, spirito di sacrificio, una volontà di ferro e carattere, tanto carattere. Doti fondamentali se si vuole partecipare al Trofeo Mezzalama e sperare di arrivare in fondo! Perchè il Trofeo Mezzalama non perdona, si corre ogni due anni ed è la gara di sci-alpinismo più dura e famosa al mondo. Attraverso la vita della famiglia Cazzanelli, padre figlio e figlia scopriremo tre modi differenti di partecipare a questa manifestazione. Il Trofeo Mezzalama, con i suoi paesaggi, le sue creste sferzate dal vento a oltre 4000 metri e i suoi atleti, è il protagonista indiscusso del documentario."
 
“Voyage dans la Grande Course” si presenta ad Arvier. Questa sera sarà presentato un estratto delle trasmissioni televisive curate da Giacomo Berthet e da Silvano Gadin.

Comunicato del 29 agosto 2013 - Questa sera nella sala polivalente delle scuole di Arvier (AO), verrà presentato, alle ore 20.45 un estratto della serie di trasmissioni televisive ‘Voyage dans La Grande Course’ di Giacomo Berthet e Silvano Gadin.
«L’intento di questo progetto - ha detto Adriano Favre, presidente della Grande Course - è quello di raccontare le gare del nostro circuito analizzando degli aspetti che molte volte durante le competizioni vengono tralasciati. Giacomo e Silvano hanno voluto seguire e intervistare non solo gli atleti, ma anche gli organizzatori e gli appassionati che salgono con le pelli di foca in cima alle montagne per applaudire sia gli amici sia i campioni. Le puntate, che andranno in onda sulla Rai Valle d’Aosta, mostreranno il dietro le quinte delle tappe della Grande Course. L’iniziativa ci è sembrata un’ottima opportunità per promuovere il circuito, quindi tutte le prove della Grande Course hanno dato la massima disponibilità per fare in modo che queste puntate si realizzassero il meglio possibile». «Con questa serata - ha concluso Favre - vogliamo anticipare un po’ l’inverno, facendo vedere quello che è stato, ma iniziando a parlare della prossima stagione».
Durante la serata saranno presenti gli organizzatori delle singole gare Grande Course, Pierra Menta, Adamello Ski Raid, Trofeo Mezzalama, Millet Tour du Rutor Extrème e Patrouille des Glaciers.
Inoltre, parteciperanno atleti del circuito Grande Course come Kilian Jornet Burgada reduce dall’ultimo strepitoso successo sul Cervino, William Bon Mardion, Mathéo Jacquemoud, Florent Perrier, Laetitia Roux, Mireia Mirò e gli atleti del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur.
 
Positività per un’atleta ai controlli anti-doping effettuati all’ultima edizione del Trofeo Mezzalama.

Doping al Trofeo Mezzalama. Positività per un’atleta ai controlli anti-doping effettuati all’ultima edizione del Trofeo Mezzalama.
E‘ giunta in questi giorni nella sede della Fondazione Trofeo Mezzalama la lettera da parte della società Antidoping Suisse, che gestisce i controlli anti-doping per le gare Grande Course, in cui si annuncia una positività riscontrata durante i prelievi effettuati il 4 maggio 2013.
La sostanza riscontrata nei test è il Furosemide. L’Antidoping Suisse ha inoltrato il fascicolo agli organi preposti, che informeranno l’atleta interessato.
«Questa positività l’abbiamo appresa da pochi giorni - ha detto Adriano Favre, direttore tecnico del Trofeo Mezzalama e non avremmo mai voluto ricevere una notizia simile. La sostanza che è stata rilevata fa parte del gruppo dei diuretici e l’atleta risultato positivo non è tra i top skiers. Anche se la positività esiste, posso pensare a una mera superficialità dell'atleta, non finalizzata al miglioramento della prestazione sportiva. Nei prossimi giorni seguiremo attentamente gli sviluppi della vicenda».
 
Immagini XIX Trofeo Mezzalama

Grazie a tutti gli atleti ed agli appassionati che hanno vissuto con noi il magico Trofeo 2013. Vi segnaliamo che sul sito www.pantacolor.it potete scaricare gratuitamente le immagini HD realizzate dai nostri fotografi nelle varie fasi della gara.
 
Il Trofeo Mezzalama in onda su Rai Sport 1

L'ultima edizione del Trofeo Mezzalama disputatasi sabato 4 maggio è ospite stasera alle ore 19 della trasmissione Novanta minuti di RAI Sport ! (Canale 57). In studio a Saxa Rubra è presente Adriano Favre. In collegamento dalla Rai di Milano partecipano i vincitori Reichegger, Eydallin e Lenzi. Interviene su skype anche Nicolò Bongiorno, il figlio del grande Mike, che ha partecipato alla gara per la prima volta.
 
L'Esercito, a sorpresa, vince il XIX Trofeo Mezzalama. Tra le donne le outsider Besseghini, Nicolini, Rossi, tagliano per prime il traguardo di Gressoney.

La scelta della Fondazione Trofeo Mezzalama di spostare la data di partenza della diciannovesima edizione si è dimostrata azzeccata. Questa mattina infatti le trecento cordate hanno gareggiato in quella che si potrebbe definire la giornata perfetta correndo un'edizione indimenticabile.
La partenza, anticipata di trenta minuti per avvantaggiarsi sulla meteo, è stata data da Breuil-Cervinia (2050 m.) alle ore 5. Con le prime luci dell'alba le stelle hanno lasciato la scena alla sagoma del Cervino colorata di rosso che annunciava una splendida giornata.
La squadra di Manfred Reichegger, Matteo Eydallin, e Damiano Lenzi del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur ha preso subito il comando della gara inseguito dal team di Michele Boscacci, Pietro Lanfranchi, e Lorenzo Holzknecht. Alle loro spalle inseguivano la cordata franco-spagnola dei favoriti Kilian Jornet Burgada, William Bon Mardion e Matheo Jacquemoud. Ma il campione spagnolo non era nella forma consueta .
La situazione delle squadre di testa è rimasta invariata fino alla vetta del Castore (4226 m.) raggiunta nel tempo record di 2:30'30'', ben quattro minuti in meno del record stabilito del 2009.
Nella risalita verso il Naso dei Lyskamm (4100 m.) il team franco-spagnolo, trascinato dal giovanissimo Jacquemoud, ha superato la squadra di Boscacci, Lanfranchi, e Holzknecht. Nella lunga discesa verso Gressoney, sono riusciti anche a insidiare i battistrada Reichegger, Eydallin, e Lenzi. Ma questi ultimi, dopo il passaggio tecnico del Canalino dell'Aquila, hanno aumentato il distacco sino a tagliare il traguardo di Gressoney-La-Trinité (1650 m.) con un minuto di vantaggio nello straordinario tempo di 4:16'37''. Non lo si può paragonare al tempo record del 2009 - 4:0'22' - perchè questa volta la seconda parte del percorso è stata sensibilmente allungata dal controllo al Rifugio Sella e dalla variante sul Naso. Completano il podio con 12 minuti di distacco il team Boscacci, Lanfranchi, Holzknecht.
Tra le ragazze le favorite, Gloriana Pellissier, Mireia Mirò e Laetitia Roux sono state messe fuori gioco già nella salita a Plateau Rosa da una crisi della caposquadra Pellissier pluricampionessa al Mezzalama. Se ne sono avvantaggiate le valtellinesi Laura Besseghini, Raffaella Rossi con la giovane trentina Elena Nicolini che hanno preso il comando della gara, mantenendolo fino al traguardo.
Questa diciannovesima edizione rinviata di una settimana per il maltempo ha azzeccato una giornata di sole davvero inaspettata. Anche le condizioni del percorso sono state favorite dalle recenti nevicate che hanno coperto i crepacci e il ghiaccio affiorante, ma hanno anche messo a dura prova lo staff di guide alpine di Adriano Favre. Rispetto al passato il direttore tecnico del Mezzalama ha migliorato la fluidità di svolgimento sdoppiando le tracce sotto la vetta del Castore e adottando una variante diretta sul Naso dei Lysakmm.
Tutti i concorrenti, un terzo le cordate straniere, hanno ammirato l'eccellente lavoro degli organizzatori confermando che la "maratona dei ghiacciai" del Monte Rosa è la miglior vetrina delle montagne della Valle d'Aosta.

Classifica maschile
1. Centro Sportivo Esercito - Manfred Reichegger (IT) - Damiano Lenzi (IT) - Matteo Eydallin (IT): 04:16:37;

2. La Sportiva - Crazy Idea - William Bon Mardion (FR) - Mathèo Jacquemoud (FR) - Kilian Jornet Burgada (ES): 04:17:37;

3. Team CAMP/SKI TRAB - Michele Boscacci (IT) - Pietro Lanfranchi (IT) - Lorenzo Holzknecht (IT): 04:28:27.

Classifica femminile
1. Team La Sportiva Women - Laura Besseghini (IT) - Raffaella Rossi (IT) - Elena Nicolini (IT): 06:04:14;

2. Locatelli/Richard/Cazzanelli - Tatiana Locatelli (IT) - Mireille Richard (CH) - Alessandra Cazzanelli (IT): 07:27:25;

3. Team Bandavej KRATOS - Claudia Comello (IT) - Sonia Balbis (IT) - Claudia Stettler (CH): 07:44:04.
 
Il tracciato dopo le ultime nevicate è in ottime condizioni. Gli apporti di neve fresca sono di un metro e mezzo. La partenza è anticipata alle ore 5.

«Le nevicate degli scorsi giorni - ha detto Adriano Favre - hanno migliorato le condizioni del tracciato rispetto ai primi sopralluoghi di qualche settimana fa. Il ghiaccio verde che caratterizzava buona parte del percorso è stato ricoperto da un manto di neve fresca che in alcuni settori arriva anche a un metro e mezzo. Verso Gressoney gli apporti sono maggiori rispetto alla zona del Colle del Breithorn. La situazione è buona, in queste ore abbiamo verificato e bonificato tutte le zone che presentavano delle criticità. Nella fascia che va da 3000 a 4000 metri gli apporti nevosi sono importanti, inoltre il vento ha lavorato formando alcune placche che proprio questa mattina abbiamo bonificato.»
«In queste ore - ha continuato Favre - abbiamo deciso di anticipare la partenza di trenta minuti, quindi il via da Breuil-Cervinia sarà dato alle ore 5. Abbiamo voluto anticipare la partenza per avere maggiori margini di sicurezza sulla meteo. Le ultime previsioni annunciano che dalle prime ore del giorno la situazione andrà verso il miglioramento.»
«Per quanto riguarda la salita al Naso del Lyskamm - ha concluso Favre - abbiamo trovato un’inedita via per raggiungere la vetta. Gli atleti saliranno con i ramponi direttamente dalla base del Naso, seguendo una linea che li porterà a pochi metri dalla cima. Il cambio d’assetto successivo sarà alla base del versante Est perchè è impossibile mettere gli sci prima. Questa nuova linea è in mezzo alla parete tra la via tradizionale del Naso e quella che hanno salito nel 2011».
Tutto confermato quindi per la XIX edizione del Trofeo Mezzalama, il programma della “Maratona dei Ghiacciai” è iniziato questa mattina a Valtournenche con l’accreditamento delle squadre.
Per dare la possibilità al pubblico di seguire la gara gli impianti saranno aperti e gratis dalle 4.30 del mattino per la salita e discesa a Plateau Rosà.
 
Meteo 03/05/2013 e ordine di partenza
 
XIX Trofeo Mezzalama - 4 maggio 2013

XIX EDIZIONE DEL TROFEO MEZZALAMA
Sabato 4 maggio 2013

VALTOURNENCHE – venerdì 3 maggio
Centro congressi/Palazzetto dello sport

h.10,30-h.18,30 Ritiro pettorali e verifica dei materiali

Riceverete un buono da consegnare in Hotel, tre buoni
per il pranzo del 4 maggio a Gressoney, i pettorali, il premio di partecipazione e 3 sacchi-bagaglio numerati.
I SACCHI servono per il trasporto dei vostri effetti personali da Breuil Cervinia a Gressoney La Trinité: il mattino della gara li potete lasciare in area partenza (Bardoney) . Lì verranno presi in consegna e trasportati a Gressoney con i camion militari adibiti a questo servizio.
L’organizzazione non risponderà dei sacchi lasciati negli alberghi.

h. 14,00–h. 18,00 Accredito giornalisti e ospiti

h. 14,00-h.19,00 Palestra Centro Congressi - Servizio di annullo postale con cartoline dell’evento

h. 18,30 SALA CONGRESSI - Briefing tecnico obbligatorio per i capi squadra

h. 19,30 Briefing tecnico con la stampa presso sala stampa Hotel Bijou


BREUIL CERVINIA – sabato 4 maggio 2013

h. 4,00 Controllo ARVA

h. 4,30 Apertura impianti linea Breuil-Cervinia – Plateau Rosà
Salita gratuita dalle h. 4,30 alle h. 8,00. Discesa gratuita fino
alle h. 9,00. Il pubblico potrà accedere direttamente all’impianto, senza passare dalla biglietteria.

h. 5,00 PARTENZA

Oltre ai punti d’emergenza situati presso le postazioni di controllo, sono previsti altri 6 punti di rifornimento in quota (Colle del Breithorn, Passo di Verra, Castore, Ghiacciaio del Felik e Naso del Lyskamm base e vetta)




GRESSONEY- LA-TRINITE’ – sabato 4 maggio 2013

h. 6,00 Apertura telecabina Stafal-Gabiet. Salita gratuita fino alle h. 8,00. Riapertura impianti al pubblico (a pagamento) h. 8,45

h. 9,00-17,00 Servizio di annullo postale presso il gazebo di Poste Italiane situato in area traguardo. Saranno disponibili gratuitamente le cartoline dell’evento.

h. 07,00–h.12,00 Diretta su Top Italia Radio

h. 8,45-10,30 Diretta web in streaming sui seguenti siti:

http://www.trofeomezzalama.it
http://www.skialper.it/SkialpRace
http://www.gulliver.it/index.php
http://outdoorpassion.lastampa.it/
http://www.planetmountain.com
http://www.altitudini.it
http://www.montagna.tv
http://www.grandecourse.com
http://www.aostasera.it/
http://www.sportdimontagna.com
http://www.gazzettamatin.com
http://www.youtube.com/
http://www.dailymotion.com
http://www.mountainblog.it/

h. 11,00 circa Se le condizioni meteo lo consentiranno, Tomas Busca, maestro di sci di Gressoney, si lancerà con la tuta alare da circa 5000m sulla linea del Naso del Lyskamm ed atterrerà accanto al traguardo di Gressoney-La-Trinité

h.12,00 circa Podio floreale: vincitori della XIX Edizione sul palco e conferenza stampa

Zona traguardo: CONTROLLO MATERIALI

h. 15,30 PREMIAZIONE


h. 16,00 Partenza autobus per il rientro delle squadre a Breuil-Cervinia


IMPORTANTE

Al vostro arrivo a Gressoney-La-Trinité, potrete disporre di DOCCE nelle immediate vicinanze del traguardo: gli addetti ai lavori vi mostreranno i tre hotels che hanno messo a disposizione le loro camere per questo servizio. Nella stessa zona troverete anche le tende per il ritiro dei vostri SACCHI bagaglio e la sala per il pranzo.

L’accesso alla sala polivalente e ai due alberghi disponibili per il PRANZO avverrà esclusivamente dietro presentazione del buono ricevuto al ritiro pettorali.

 
La meteo concede una tregua: il Trofeo Mezzalama si correrà sabato 4 maggio.

29_04_2013 - «La finestra di miglioramento è stata confermata - ha detto Adriano Favre - e secondo le previsioni della Società Meteorologica Italiana, che ha seguito in tutti questi giorni l’andamento dei modelli previsionali, il primo giorno utile è sabato 4 maggio».
«Fino a giovedì - ha continuato il direttore tecnico del Mezzalama -  le condizioni meteo in quota non ci consentiranno di mettere nuovamente in sicurezza il tracciato di gara».
Il programma, che sarà pubblicato sul sito nelle prossime ore, prevede quindi l’accredito delle squadre e il briefing venerdì 3 maggio, negli stessi orari del programma originale.
 
Rinvio Trofeo Mezzalama, dal 2 al 5 maggio la finestra di bel tempo, ma la nuova data si deciderà lunedì 29 aprile.

26_04_13 - La Fondazione Trofeo Mezzalama con il suo presidente Giorgio Pession, con il direttore tecnico Adriano Favre e con il meteorologo Luca Mercalli, sta lavorando per stabilire la nuova data della “Maratona dei Ghiacciai”, ma la situazione di instabilità che persiste in questi giorni nel gruppo del Rosa non consente ancora di fare valutazioni precise.
Attualmente, data la scadenza della previsione superiore a cinque giorni, non è possibile stabilire i dettagli. Ma nei prossimi giorni, con il consolidamento delle uscite dei modelli di simulazione numerica del tempo, si valuterà la data più opportuna per il recupero, che potrebbe essere compresa tra il 2 e il 5 maggio. Per questo motivo, solo lunedì 29 aprile, in base ai nuovi elementi, sarà possibile per la Fondazione stabilire la nuova data della XIX edizione.
Luca Mercalli analizza così la situazione. “Un’attiva perturbazione mediterranea comincerà ad influenzare il Monte Rosa nel corso di venerdì 26 aprile convogliando correnti umide da Sud-Est, e tra la notte e il mattino di sabato 27 – proprio la fascia oraria in cui era in programma la partenza del Mezzalama – apporterà soprattutto sulle alte valli di Gressoney e di Ayas da 30 a 50 centimetri di neve fresca.
In tali condizioni non è possibile garantire la sicurezza di atleti e personale tecnico, sia per la visibilità nulla, sia per il pericolo di valanghe nei tratti esposti.
Nei giorni successivi la situazione meteorologica sulle Alpi occidentali rimarrà instabile e depressionaria: nuovi fronti, sia pur più deboli, sono attesi fino al 1° maggio, con il Monte Rosa quasi sempre immerso in nebbie e nevicate intermittenti.
E’ da giovedì 2 maggio che l’espansione dell’anticiclone atlantico dirigerà sul massiccio del Rosa venti asciutti da Nord-Est, i quali rassereneranno i cieli.”
Ottanta anni fa, quando le previsioni meteorologiche erano pressoché inesistenti, il Mezzalama si correva alla cieca, con poche squadre che partivano con il sole, rischiando di andare incontro a un repentino peggioramento.
Oggi che le previsioni consentono una programmazione a medio termine, l’imperativo è assicurare agli atleti ampi margini di sicurezza e funzionalità dell’assistenza e del soccorso nell’ambiente sempre severo delle alte quote.
 
Il Trofeo Mezzalama non si correrà il prossimo weekend.

24_04_13 - Il Trofeo Mezzalama non si correrà il prossimo weekend.
Ancora una volta è il Monte Rosa a comandare, dopo lo slittamento di 15 giorni del 2009 e dopo il posticipo di un giorno nel 2011, anche quest’anno sono le condizioni meteo a influenzare le decisioni della Fondazione Trofeo Mezzalama.
«E’ da qualche giorno che siamo incollati ai monitor - ha detto Adriano Favre - per vedere l’andamento delle previsioni meteo in vista del prossimo weekend. Abbiamo sperato fino all’ultimo che il Monte Rosa ci concedesse una finestra di tempo buono, ma questa mattina dopo aver visto le ultime previsioni abbiamo deciso di non far correre il Trofeo Mezzalama il prossimo fine settimana. Insieme al nostro Presidente Giorgio Pession, abbiamo ritenuto che spostare la partenza della gara fosse la scelta più giusta».
«Ci prendiamo qualche giorno - ha concluso il direttore tecnico del Trofeo - per scegliere la data più opportuna».
 
«I ramponi d’acciaio non saranno necessari!»

«I ramponi d’acciaio non saranno necessari!». Queste sono le parole di Adriano Favre dopo un giorno di lavoro in quota tra le creste del Trofeo Mezzalama. «Le nevicate dello scorso weekend - ha continuato Favre - hanno in parte sistemato la situazione del ghiacciaio. C'è ancora molto ghiaccio, ma dopo aver analizzato lo stato delle pareti del Castore e del Naso del Lyskamm possiamo confermare che i ramponi d’acciaio non serviranno».
«Per quanto riguarda la situazione meteo - ha concluso Favre - sappiamo che le previsioni non promettono nulla di buono, ma vogliamo essere sicuri dell’intensità della perturbazione che interesserà il Monte Rosa il prossimo weekend. Mercoledì in base allo studio delle previsioni meteo, prenderemo la decisione se far disputare regolarmente il Mezzalama sabato 27 aprile o spostarlo di qualche giorno».
 
PROGRAMMA ATLETI

XIX EDIZIONE DEL TROFEO MEZZALAMA

VALTOURNENCHE – venerdì 26 aprile
Centro congressi/Palazzetto dello sport

h.10,30-h.18,30 Ritiro pettorali e verifica dei materiali

Riceverete un buono da consegnare in Hotel, tre buoni
per il pranzo del 27 Aprile a Gressoney, i pettorali, il premio di partecipazione e 3 sacchi-bagaglio numerati.
I SACCHI servono per il trasporto dei vostri effetti personali da Breuil Cervinia a Gressoney La Trinité: il mattino della gara li potete lasciare in area partenza (Bardoney) . Lì verranno presi in consegna e trasportati a Gressoney con i camion militari adibiti a questo servizio.
L’organizzazione non risponderà dei sacchi lasciati negli alberghi.

h. 14,00–h. 18,00 Accredito giornalisti e ospiti

h. 14,00-h.19,00 Palestra Centro Congressi - Servizio di annullo postale con cartoline dell’evento

h. 18,30 SALA CONGRESSI - Briefing tecnico obbligatorio per i capi s






 
Foto XX Trofeo Mezzalama
Classifica online
Ordine di partenza
Webcam Cervino
INFO Atleti
Programma XX edizione
Classifiche Jeunes
Dépliant
Trofeo Mezzalama Jeunes
Regolamento
Presentazione XX Mezzalama
Mappa percorso 2015



Ubi banca

Agusta westland
Pellissier Helicopter
L'arca
Monterosa ski
Cervino spa
BPG
Kratos Biosophia
Hytera
Sport Studio
Mountain blog