XX Trofeo Mezzalama : da Gressoney a Breuil-Cervinia attraverso il Monte Rosa

Data: 25 aprile 2015

Date di recupero in caso di maltempo: 26 aprile, 1-2-3 maggio 2015

Apertura iscrizioni: 5 gennaio
Chiusura iscrizioni: 22 marzo
Numero massimo di squadre ammesse: 300

Regolamento disponibile su questo sito a partire da metà dicembre.


La prossima edizione del Trofeo Mezzalama, la numero 20, sarà completamente nuova, diversa dalle precedenti, pur ricalcando lo stesso, affascinante percorso a cui tutti siamo affezionati.

A ogni edizione si può facilmente constatare che non esiste un Mezzalama identico ai precedenti, perché la storica gara di skialp non si svolge su una pista, ma su un terreno d’alta montagna. L’ambiente dei quattromila, come ben sanno gli alpinisti, è soggetto a condizioni variabili dell’innevamento, dei ghiacciai e soprattutto della capricciosa meteo primaverile. Ogni volta bisogna fare i conti con il “fattore Monte Rosa” piuttosto imprevedibile e sempre mutevole.

Il Trofeo 2015 sarà ricordato per una novità inconsueta e sorprendente, che scompiglierà le abitudini e le tattiche degli atleti, che si troveranno ad affrontare un Mezzalama per tutti loro completamente inedito.

Come si sa, il “moderno” Mezzalama che si corre ogni due anni dal 1997 ha molto allungato sia in distanza, sia in dislivello il tracciato storico adottato negli anni Trenta e negli anni Settanta. Infatti nelle ultime 9 edizioni si è sempre corso da Breuil-Cervinia (2020 m) a Gressoney-la-Trinité (1624 m).

Nel 2015 si correrà da Gressoney-la-Trinité a Breuil-Cervinia, stesso percorso ma in senso inverso. Ecco la grossa novità: “le discese ardite” diventano “risalite” e viceversa. Può sembrare l’uovo di Colombo, invece alla prova dei fatti, invertendo il senso di marcia nella traversata, assisteremo sicuramente a un Mezzalama del tutto diverso e sorprendente.

In verità, un precedente esiste e risale al lontano 1937: i veterani e i valdostani ricorderanno che quell’anno, per inaugurare la funivia Cervinia-Plan Maison che apriva la conca del Breuil al nuovo avvenire dello sci, la gara nata nel 1933 venne disputata in senso inverso. Invece di partire dal Colle del Teodulo (3290 m) per tagliare il traguardo all’Alpe Gabiet (2350 m) - quello era il tracciato classico -, il via venne dato alla Capanna Gnifetti (3611 m), e l’arrivo fu posto a Plan Maison (2548 m).

Sappiamo che il protagonista del Giro del mondo in 80 giorni vinse la sua scommessa perché viaggiando da est a ovest guadagnò un giorno, mentre se avesse viaggiato nel senso opposto avrebbe certamente perso. Tuttavia non possiamo garantire che il cronometro possa procurare anche ai “mezzalamisti” sorprese del genere solo puntando gli sci da Gressoney a Cervinia.

Per la prossima edizione straordinaria c’è una motivazione e un’occasione speciale: il 20° Mezzalama taglia il traguardo ai piedi del Cervino per ricordare e festeggiare i 150 anni della prima ascensione alla vetta più bella ed emblematica delle Alpi. La storica maratona di scialpinismo rende omaggio a un evento fondatore dell’alpinismo moderno, anticipando le celebrazioni che saranno organizzate per metà luglio 2015.
 
Il Trofeo Mezzalama si capovolge:

Il Trofeo Mezzalama si capovolge:  il 25 aprile 2015 si partirà da Gressoney-La-Trinité per arrivare a Breuil-Cervinia: «Sarà un Mezzalama inedito, più tecnico, più lungo con un approccio totalmente diverso!»

Questa mattina nella splendida sala “Quattro Colonne” della sede di UBI Banca è stata presentata la XX edizione del Trofeo Mezzalama. L’attenzione verso la maratona dei ghiacciai è talmente alta che in questi ultimi mesi i mezzalamisti avevano percepito un sorta di cambiamento profondo. A sette mesi esatti dal via c’è stata la conferma: il percorso del Trofeo Mezzalama cambia. Si partirà all’alba da Gressoney-La-Trinité e si arriverà in centro a Breuil-Cervinia. Perché il 25 aprile si correrà a ritroso facendo diventare le discese delle salite e viceversa? La Fondazione Trofeo Mezzalama vuole ricordare in modo significativo i 150 anni dalla conquista del Cervino, montagna simbolo della competizione nata nel 1933.
Alberto Pedroli di UBI Banca ha dato il benvenuto a tutti i presenti spiegando i principali motivi che hanno reso possibile la partnership tra UBI Banca e la Fondazione Trofeo Mezzalama, inoltre ha anticipato il progetto della carta di credito marchiata Trofeo Mezzalama.
«E’ bello vedere come ogni “vigilia” di Mezzalama ci sia sempre questa voglia di ritrovarsi per sentire le stesse emozioni - ha detto Giorgio Pession, presidente della Fondazione Trofeo Mezzalama - perché è proprio di questo che si tratta: di emozioni. Emozioni che non cambiano, che si rinnovano, che si modificano, che saranno identiche anche adesso con un percorso completamente diverso perché il Mezzalama rimane unico». Pession ha terminato il suo intervento guardando al futuro. «Siamo i primi a essere curiosi, - ha concluso il presidente della Fondazione - ci chiediamo come sarà, ci stiamo impegnando al meglio e chissà che questo Mezzalama “al contrario” non diventi un’alternanza, un modo per legare ancora di più queste valli».
Prima di scendere nei dettagli tecnici Pietro Crivellaro, amico e storico del Trofeo Mezzalama ha spiegato che questa inversione del percorso era già stata affrontata nel lontano 1937. «La ventesima edizione sarà ricordata per una novità più radicale, inconsueta e sorprendente. In verità un precedente esiste e risale al lontano 1937: i veterani e i valdostani ricorderanno che quell’anno, per inaugurare la funivia Cervinia-Plan Maison che apriva la conca del Breuil al nuovo avvenire dello sci la gara nata nel 1933 venne disputata in senso inverso. Invece di partire dal Colle del Teodulo (3290 m) per tagliare il traguardo all’Alpe Gabiet (2350 m) - quello era il tracciato classico -, il via venne dato alla Capanna Gnifetti (3611 m), e l’arrivo fu posto a Plan Maison (2548 m).
Anche i ragazzi del Centro Sportivo Esercito, vincitori dell’ultima edizione, Matteo Eydallin, Manfred Reichegger e Damiano Lenzi hanno ascoltato attentamente le spiegazioni di Adriano Favre, direttore tecnico del Mezzalama. «Nella XX edizione del Trofeo Mezzalama - ha raccontato Favre - ci sarà un approccio alla competizione completamente diverso. Cambiano i tempi di passaggio, visto che il dislivello totale aumenterà di circa 350 metri, le difficoltà tecniche aumenteranno e chi gareggerà il 25 aprile dovrà essere anche un alpinista. Sicuramente chi non ha le conoscenze tecniche e non è abituato a muoversi in alta montagna, potrà avere qualche diffi coltà. I tratti già impegnativi come il Naso del Lyskamm e la cresta del Castore, affrontati in senso inverso rispetto agli scorsi anni saranno molto più tecnici e difficili. Inoltre l’ascesa da Gressoney-La- Trinite’ annullerà il tratto della salita lungo la pista del Ventina che da Breuil-Cervinia portava a Plateau Rosà, dove veniva premiata la sola performance atletica. Questa prima parte di gara avrà delle connotazioni tecniche importanti, con la salita in traccia e con numerose inversioni di marcia. La discesa verso Breuil - Cervinia non seguirà la pista Ventina, ma si sposterà verso il canale del Teodulo per poi arrivare in centro al paese completamente in fuori pista».
La Fondazione Trofeo Mezzalama ha siglato un importante accordo triennale con Dynafit, azienda leader nel mondo dello scialpinismo. Stefano Finazzi, direttore commerciale Dynafit Italia, ha spiegato che questa partnership va oltre la mera sponsorizzazione economica. «Il brand del leopardo delle nevi - ha annunciato Finazzi - rappresenta un punto di riferimento nello scialpinismo, ed è per questa ragione che ha voluto legare il proprio nome, per le prossime tre edizioni, a quello di Mezzalama. La partnership con l’evento valdostano potrebbe inoltre portare nella prossima stagione all’allestimento di una collezione di sci, attacchi e scarponi intitolata al Mezzalama, come già fatto nel recente passato con altre gare prestigiose del panorama sci alpinistico».
In conclusione della presentazione Francesca Imperato dell’Area Commerciale Ubi Banca ha spiegato le caratteristiche della carta di credito “Enjoy Mezzalama”. «Enjoy Ski Mezzalama - ha annunciato la Imperato - è una carta prepagata dotata di codice IBAN, appartenente alla famiglia della Carta Enjoy di UBI Banca, che funziona anche come un vero Skipass elettronico utilizzabile presso importanti comprensori sciistici convenzionati». «La funzionalità Skipass, ha concluso la portavoce di UBI Banca - attraverso l’innovativa tecnologia pay-per-use di Skidata, consente di accedere direttamente agli impianti di risalita dei comprensori del network Enjoy Ski (www.enjoyski.ubibanca.com) semplicemente avvicinando la carta agli appositi lettori presso i tornelli, evitando così la coda alle biglietterie per l’acquisto dello skipass e pagando solo quanto effettivamente sciato su base oraria».
 
Conferenza stampa di presentazione del XX Trofeo Mezzalama

Giovedì 25 settembre presentiamo a Milano, Ubi Banca, sala Quattro Colonne, tutte le novità del prossimo Trofeo, messo in calendario per il 25 aprile 2015.
Un'edizione straordinaria che non mancherà di stupirvi.

L'appuntamento con la DIRETTA WEB IN STREAMING della conferenza stampa è su questo sito a partire dalle h. 10,30.
 
Venerdì 15 novembre il Trofeo Mezzalama su DeeJay TV

Venerdì 15 novembre alle ore 21 andrà in onda su Deejay tv il documentario “Mezzalama maratona di ghiaccio”. Documentario prodotto da GiUMa produzioni in collaborazione con la Fondazione Trofeo Mezzalama e la Filmcommission Valle d’Aosta. La regia è di Angelo Poli, scritto con Chiara Giuliani e fotografia di Gianni Monfredini.

"Una famiglia particolare, una famiglia di atleti, chi professionista, chi semplice amatore, ma ognuno spinto dalla stessa passione: lo sci-alpinismo. Uno sport che richiede fatica, allenamento, spirito di sacrificio, una volontà di ferro e carattere, tanto carattere. Doti fondamentali se si vuole partecipare al Trofeo Mezzalama e sperare di arrivare in fondo! Perchè il Trofeo Mezzalama non perdona, si corre ogni due anni ed è la gara di sci-alpinismo più dura e famosa al mondo. Attraverso la vita della famiglia Cazzanelli, padre figlio e figlia scopriremo tre modi differenti di partecipare a questa manifestazione. Il Trofeo Mezzalama, con i suoi paesaggi, le sue creste sferzate dal vento a oltre 4000 metri e i suoi atleti, è il protagonista indiscusso del documentario."
 
“Voyage dans la Grande Course” si presenta ad Arvier. Questa sera sarà presentato un estratto delle trasmissioni televisive curate da Giacomo Berthet e da Silvano Gadin.

Comunicato del 29 agosto 2013 - Questa sera nella sala polivalente delle scuole di Arvier (AO), verrà presentato, alle ore 20.45 un estratto della serie di trasmissioni televisive ‘Voyage dans La Grande Course’ di Giacomo Berthet e Silvano Gadin.
«L’intento di questo progetto - ha detto Adriano Favre, presidente della Grande Course - è quello di raccontare le gare del nostro circuito analizzando degli aspetti che molte volte durante le competizioni vengono tralasciati. Giacomo e Silvano hanno voluto seguire e intervistare non solo gli atleti, ma anche gli organizzatori e gli appassionati che salgono con le pelli di foca in cima alle montagne per applaudire sia gli amici sia i campioni. Le puntate, che andranno in onda sulla Rai Valle d’Aosta, mostreranno il dietro le quinte delle tappe della Grande Course. L’iniziativa ci è sembrata un’ottima opportunità per promuovere il circuito, quindi tutte le prove della Grande Course hanno dato la massima disponibilità per fare in modo che queste puntate si realizzassero il meglio possibile». «Con questa serata - ha concluso Favre - vogliamo anticipare un po’ l’inverno, facendo vedere quello che è stato, ma iniziando a parlare della prossima stagione».
Durante la serata saranno presenti gli organizzatori delle singole gare Grande Course, Pierra Menta, Adamello Ski Raid, Trofeo Mezzalama, Millet Tour du Rutor Extrème e Patrouille des Glaciers.
Inoltre, parteciperanno atleti del circuito Grande Course come Kilian Jornet Burgada reduce dall’ultimo strepitoso successo sul Cervino, William Bon Mardion, Mathéo Jacquemoud, Florent Perrier, Laetitia Roux, Mireia Mirò e gli atleti del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur.
 
Positività per un’atleta ai controlli anti-doping effettuati all’ultima edizione del Trofeo Mezzalama.

Doping al Trofeo Mezzalama. Positività per un’atleta ai controlli anti-doping effettuati all’ultima edizione del Trofeo Mezzalama.
E‘ giunta in questi giorni nella sede della Fondazione Trofeo Mezzalama la lettera da parte della società Antidoping Suisse, che gestisce i controlli anti-doping per le gare Grande Course, in cui si annuncia una positività riscontrata durante i prelievi effettuati il 4 maggio 2013.
La sostanza riscontrata nei test è il Furosemide. L’Antidoping Suisse ha inoltrato il fascicolo agli organi preposti, che informeranno l’atleta interessato.
«Questa positività l’abbiamo appresa da pochi giorni - ha detto Adriano Favre, direttore tecnico del Trofeo Mezzalama e non avremmo mai voluto ricevere una notizia simile. La sostanza che è stata rilevata fa parte del gruppo dei diuretici e l’atleta risultato positivo non è tra i top skiers. Anche se la positività esiste, posso pensare a una mera superficialità dell'atleta, non finalizzata al miglioramento della prestazione sportiva. Nei prossimi giorni seguiremo attentamente gli sviluppi della vicenda».
 
Immagini XIX Trofeo Mezzalama

Grazie a tutti gli atleti ed agli appassionati che hanno vissuto con noi il magico Trofeo 2013. Vi segnaliamo che sul sito www.pantacolor.it potete scaricare gratuitamente le immagini HD realizzate dai nostri fotografi nelle varie fasi della gara.
 
Il Trofeo Mezzalama in onda su Rai Sport 1

L'ultima edizione del Trofeo Mezzalama disputatasi sabato 4 maggio è ospite stasera alle ore 19 della trasmissione Novanta minuti di RAI Sport ! (Canale 57). In studio a Saxa Rubra è presente Adriano Favre. In collegamento dalla Rai di Milano partecipano i vincitori Reichegger, Eydallin e Lenzi. Interviene su skype anche Nicolò Bongiorno, il figlio del grande Mike, che ha partecipato alla gara per la prima volta.
 
L'Esercito, a sorpresa, vince il XIX Trofeo Mezzalama. Tra le donne le outsider Besseghini, Nicolini, Rossi, tagliano per prime il traguardo di Gressoney.

La scelta della Fondazione Trofeo Mezzalama di spostare la data di partenza della diciannovesima edizione si è dimostrata azzeccata. Questa mattina infatti le trecento cordate hanno gareggiato in quella che si potrebbe definire la giornata perfetta correndo un'edizione indimenticabile.
La partenza, anticipata di trenta minuti per avvantaggiarsi sulla meteo, è stata data da Breuil-Cervinia (2050 m.) alle ore 5. Con le prime luci dell'alba le stelle hanno lasciato la scena alla sagoma del Cervino colorata di rosso che annunciava una splendida giornata.
La squadra di Manfred Reichegger, Matteo Eydallin, e Damiano Lenzi del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur ha preso subito il comando della gara inseguito dal team di Michele Boscacci, Pietro Lanfranchi, e Lorenzo Holzknecht. Alle loro spalle inseguivano la cordata franco-spagnola dei favoriti Kilian Jornet Burgada, William Bon Mardion e Matheo Jacquemoud. Ma il campione spagnolo non era nella forma consueta .
La situazione delle squadre di testa è rimasta invariata fino alla vetta del Castore (4226 m.) raggiunta nel tempo record di 2:30'30'', ben quattro minuti in meno del record stabilito del 2009.
Nella risalita verso il Naso dei Lyskamm (4100 m.) il team franco-spagnolo, trascinato dal giovanissimo Jacquemoud, ha superato la squadra di Boscacci, Lanfranchi, e Holzknecht. Nella lunga discesa verso Gressoney, sono riusciti anche a insidiare i battistrada Reichegger, Eydallin, e Lenzi. Ma questi ultimi, dopo il passaggio tecnico del Canalino dell'Aquila, hanno aumentato il distacco sino a tagliare il traguardo di Gressoney-La-Trinité (1650 m.) con un minuto di vantaggio nello straordinario tempo di 4:16'37''. Non lo si può paragonare al tempo record del 2009 - 4:0'22' - perchè questa volta la seconda parte del percorso è stata sensibilmente allungata dal controllo al Rifugio Sella e dalla variante sul Naso. Completano il podio con 12 minuti di distacco il team Boscacci, Lanfranchi, Holzknecht.
Tra le ragazze le favorite, Gloriana Pellissier, Mireia Mirò e Laetitia Roux sono state messe fuori gioco già nella salita a Plateau Rosa da una crisi della caposquadra Pellissier pluricampionessa al Mezzalama. Se ne sono avvantaggiate le valtellinesi Laura Besseghini, Raffaella Rossi con la giovane trentina Elena Nicolini che hanno preso il comando della gara, mantenendolo fino al traguardo.
Questa diciannovesima edizione rinviata di una settimana per il maltempo ha azzeccato una giornata di sole davvero inaspettata. Anche le condizioni del percorso sono state favorite dalle recenti nevicate che hanno coperto i crepacci e il ghiaccio affiorante, ma hanno anche messo a dura prova lo staff di guide alpine di Adriano Favre. Rispetto al passato il direttore tecnico del Mezzalama ha migliorato la fluidità di svolgimento sdoppiando le tracce sotto la vetta del Castore e adottando una variante diretta sul Naso dei Lysakmm.
Tutti i concorrenti, un terzo le cordate straniere, hanno ammirato l'eccellente lavoro degli organizzatori confermando che la "maratona dei ghiacciai" del Monte Rosa è la miglior vetrina delle montagne della Valle d'Aosta.

Classifica maschile
1. Centro Sportivo Esercito - Manfred Reichegger (IT) - Damiano Lenzi (IT) - Matteo Eydallin (IT): 04:16:37;

2. La Sportiva - Crazy Idea - William Bon Mardion (FR) - Mathèo Jacquemoud (FR) - Kilian Jornet Burgada (ES): 04:17:37;

3. Team CAMP/SKI TRAB - Michele Boscacci (IT) - Pietro Lanfranchi (IT) - Lorenzo Holzknecht (IT): 04:28:27.

Classifica femminile
1. Team La Sportiva Women - Laura Besseghini (IT) - Raffaella Rossi (IT) - Elena Nicolini (IT): 06:04:14;

2. Locatelli/Richard/Cazzanelli - Tatiana Locatelli (IT) - Mireille Richard (CH) - Alessandra Cazzanelli (IT): 07:27:25;

3. Team Bandavej KRATOS - Claudia Comello (IT) - Sonia Balbis (IT) - Claudia Stettler (CH): 07:44:04.
 
Il tracciato dopo le ultime nevicate è in ottime condizioni. Gli apporti di neve fresca sono di un metro e mezzo. La partenza è anticipata alle ore 5.

«Le nevicate degli scorsi giorni - ha detto Adriano Favre - hanno migliorato le condizioni del tracciato rispetto ai primi sopralluoghi di qualche settimana fa. Il ghiaccio verde che caratterizzava buona parte del percorso è stato ricoperto da un manto di neve fresca che in alcuni settori arriva anche a un metro e mezzo. Verso Gressoney gli apporti sono maggiori rispetto alla zona del Colle del Breithorn. La situazione è buona, in queste ore abbiamo verificato e bonificato tutte le zone che presentavano delle criticità. Nella fascia che va da 3000 a 4000 metri gli apporti nevosi sono importanti, inoltre il vento ha lavorato formando alcune placche che proprio questa mattina abbiamo bonificato.»
«In queste ore - ha continuato Favre - abbiamo deciso di anticipare la partenza di trenta minuti, quindi il via da Breuil-Cervinia sarà dato alle ore 5. Abbiamo voluto anticipare la partenza per avere maggiori margini di sicurezza sulla meteo. Le ultime previsioni annunciano che dalle prime ore del giorno la situazione andrà verso il miglioramento.»
«Per quanto riguarda la salita al Naso del Lyskamm - ha concluso Favre - abbiamo trovato un’inedita via per raggiungere la vetta. Gli atleti saliranno con i ramponi direttamente dalla base del Naso, seguendo una linea che li porterà a pochi metri dalla cima. Il cambio d’assetto successivo sarà alla base del versante Est perchè è impossibile mettere gli sci prima. Questa nuova linea è in mezzo alla parete tra la via tradizionale del Naso e quella che hanno salito nel 2011».
Tutto confermato quindi per la XIX edizione del Trofeo Mezzalama, il programma della “Maratona dei Ghiacciai” è iniziato questa mattina a Valtournenche con l’accreditamento delle squadre.
Per dare la possibilità al pubblico di seguire la gara gli impianti saranno aperti e gratis dalle 4.30 del mattino per la salita e discesa a Plateau Rosà.
 
Meteo 03/05/2013 e ordine di partenza
 
XIX Trofeo Mezzalama - 4 maggio 2013

XIX EDIZIONE DEL TROFEO MEZZALAMA
Sabato 4 maggio 2013

VALTOURNENCHE – venerdì 3 maggio
Centro congressi/Palazzetto dello sport

h.10,30-h.18,30 Ritiro pettorali e verifica dei materiali

Riceverete un buono da consegnare in Hotel, tre buoni
per il pranzo del 4 maggio a Gressoney, i pettorali, il premio di partecipazione e 3 sacchi-bagaglio numerati.
I SACCHI servono per il trasporto dei vostri effetti personali da Breuil Cervinia a Gressoney La Trinité: il mattino della gara li potete lasciare in area partenza (Bardoney) . Lì verranno presi in consegna e trasportati a Gressoney con i camion militari adibiti a questo servizio.
L’organizzazione non risponderà dei sacchi lasciati negli alberghi.

h. 14,00–h. 18,00 Accredito giornalisti e ospiti

h. 14,00-h.19,00 Palestra Centro Congressi - Servizio di annullo postale con cartoline dell’evento

h. 18,30 SALA CONGRESSI - Briefing tecnico obbligatorio per i capi squadra

h. 19,30 Briefing tecnico con la stampa presso sala stampa Hotel Bijou


BREUIL CERVINIA – sabato 4 maggio 2013

h. 4,00 Controllo ARVA

h. 4,30 Apertura impianti linea Breuil-Cervinia – Plateau Rosà
Salita gratuita dalle h. 4,30 alle h. 8,00. Discesa gratuita fino
alle h. 9,00. Il pubblico potrà accedere direttamente all’impianto, senza passare dalla biglietteria.

h. 5,00 PARTENZA

Oltre ai punti d’emergenza situati presso le postazioni di controllo, sono previsti altri 6 punti di rifornimento in quota (Colle del Breithorn, Passo di Verra, Castore, Ghiacciaio del Felik e Naso del Lyskamm base e vetta)




GRESSONEY- LA-TRINITE’ – sabato 4 maggio 2013

h. 6,00 Apertura telecabina Stafal-Gabiet. Salita gratuita fino alle h. 8,00. Riapertura impianti al pubblico (a pagamento) h. 8,45

h. 9,00-17,00 Servizio di annullo postale presso il gazebo di Poste Italiane situato in area traguardo. Saranno disponibili gratuitamente le cartoline dell’evento.

h. 07,00–h.12,00 Diretta su Top Italia Radio

h. 8,45-10,30 Diretta web in streaming sui seguenti siti:

http://www.trofeomezzalama.it
http://www.skialper.it/SkialpRace
http://www.gulliver.it/index.php
http://outdoorpassion.lastampa.it/
http://www.planetmountain.com
http://www.altitudini.it
http://www.montagna.tv
http://www.grandecourse.com
http://www.aostasera.it/
http://www.sportdimontagna.com
http://www.gazzettamatin.com
http://www.youtube.com/
http://www.dailymotion.com
http://www.mountainblog.it/

h. 11,00 circa Se le condizioni meteo lo consentiranno, Tomas Busca, maestro di sci di Gressoney, si lancerà con la tuta alare da circa 5000m sulla linea del Naso del Lyskamm ed atterrerà accanto al traguardo di Gressoney-La-Trinité

h.12,00 circa Podio floreale: vincitori della XIX Edizione sul palco e conferenza stampa

Zona traguardo: CONTROLLO MATERIALI

h. 15,30 PREMIAZIONE


h. 16,00 Partenza autobus per il rientro delle squadre a Breuil-Cervinia


IMPORTANTE

Al vostro arrivo a Gressoney-La-Trinité, potrete disporre di DOCCE nelle immediate vicinanze del traguardo: gli addetti ai lavori vi mostreranno i tre hotels che hanno messo a disposizione le loro camere per questo servizio. Nella stessa zona troverete anche le tende per il ritiro dei vostri SACCHI bagaglio e la sala per il pranzo.

L’accesso alla sala polivalente e ai due alberghi disponibili per il PRANZO avverrà esclusivamente dietro presentazione del buono ricevuto al ritiro pettorali.

 
La meteo concede una tregua: il Trofeo Mezzalama si correrà sabato 4 maggio.

29_04_2013 - «La finestra di miglioramento è stata confermata - ha detto Adriano Favre - e secondo le previsioni della Società Meteorologica Italiana, che ha seguito in tutti questi giorni l’andamento dei modelli previsionali, il primo giorno utile è sabato 4 maggio».
«Fino a giovedì - ha continuato il direttore tecnico del Mezzalama -  le condizioni meteo in quota non ci consentiranno di mettere nuovamente in sicurezza il tracciato di gara».
Il programma, che sarà pubblicato sul sito nelle prossime ore, prevede quindi l’accredito delle squadre e il briefing venerdì 3 maggio, negli stessi orari del programma originale.
 
Rinvio Trofeo Mezzalama, dal 2 al 5 maggio la finestra di bel tempo, ma la nuova data si deciderà lunedì 29 aprile.

26_04_13 - La Fondazione Trofeo Mezzalama con il suo presidente Giorgio Pession, con il direttore tecnico Adriano Favre e con il meteorologo Luca Mercalli, sta lavorando per stabilire la nuova data della “Maratona dei Ghiacciai”, ma la situazione di instabilità che persiste in questi giorni nel gruppo del Rosa non consente ancora di fare valutazioni precise.
Attualmente, data la scadenza della previsione superiore a cinque giorni, non è possibile stabilire i dettagli. Ma nei prossimi giorni, con il consolidamento delle uscite dei modelli di simulazione numerica del tempo, si valuterà la data più opportuna per il recupero, che potrebbe essere compresa tra il 2 e il 5 maggio. Per questo motivo, solo lunedì 29 aprile, in base ai nuovi elementi, sarà possibile per la Fondazione stabilire la nuova data della XIX edizione.
Luca Mercalli analizza così la situazione. “Un’attiva perturbazione mediterranea comincerà ad influenzare il Monte Rosa nel corso di venerdì 26 aprile convogliando correnti umide da Sud-Est, e tra la notte e il mattino di sabato 27 – proprio la fascia oraria in cui era in programma la partenza del Mezzalama – apporterà soprattutto sulle alte valli di Gressoney e di Ayas da 30 a 50 centimetri di neve fresca.
In tali condizioni non è possibile garantire la sicurezza di atleti e personale tecnico, sia per la visibilità nulla, sia per il pericolo di valanghe nei tratti esposti.
Nei giorni successivi la situazione meteorologica sulle Alpi occidentali rimarrà instabile e depressionaria: nuovi fronti, sia pur più deboli, sono attesi fino al 1° maggio, con il Monte Rosa quasi sempre immerso in nebbie e nevicate intermittenti.
E’ da giovedì 2 maggio che l’espansione dell’anticiclone atlantico dirigerà sul massiccio del Rosa venti asciutti da Nord-Est, i quali rassereneranno i cieli.”
Ottanta anni fa, quando le previsioni meteorologiche erano pressoché inesistenti, il Mezzalama si correva alla cieca, con poche squadre che partivano con il sole, rischiando di andare incontro a un repentino peggioramento.
Oggi che le previsioni consentono una programmazione a medio termine, l’imperativo è assicurare agli atleti ampi margini di sicurezza e funzionalità dell’assistenza e del soccorso nell’ambiente sempre severo delle alte quote.
 
Il Trofeo Mezzalama non si correrà il prossimo weekend.

24_04_13 - Il Trofeo Mezzalama non si correrà il prossimo weekend.
Ancora una volta è il Monte Rosa a comandare, dopo lo slittamento di 15 giorni del 2009 e dopo il posticipo di un giorno nel 2011, anche quest’anno sono le condizioni meteo a influenzare le decisioni della Fondazione Trofeo Mezzalama.
«E’ da qualche giorno che siamo incollati ai monitor - ha detto Adriano Favre - per vedere l’andamento delle previsioni meteo in vista del prossimo weekend. Abbiamo sperato fino all’ultimo che il Monte Rosa ci concedesse una finestra di tempo buono, ma questa mattina dopo aver visto le ultime previsioni abbiamo deciso di non far correre il Trofeo Mezzalama il prossimo fine settimana. Insieme al nostro Presidente Giorgio Pession, abbiamo ritenuto che spostare la partenza della gara fosse la scelta più giusta».
«Ci prendiamo qualche giorno - ha concluso il direttore tecnico del Trofeo - per scegliere la data più opportuna».
 
«I ramponi d’acciaio non saranno necessari!»

«I ramponi d’acciaio non saranno necessari!». Queste sono le parole di Adriano Favre dopo un giorno di lavoro in quota tra le creste del Trofeo Mezzalama. «Le nevicate dello scorso weekend - ha continuato Favre - hanno in parte sistemato la situazione del ghiacciaio. C'è ancora molto ghiaccio, ma dopo aver analizzato lo stato delle pareti del Castore e del Naso del Lyskamm possiamo confermare che i ramponi d’acciaio non serviranno».
«Per quanto riguarda la situazione meteo - ha concluso Favre - sappiamo che le previsioni non promettono nulla di buono, ma vogliamo essere sicuri dell’intensità della perturbazione che interesserà il Monte Rosa il prossimo weekend. Mercoledì in base allo studio delle previsioni meteo, prenderemo la decisione se far disputare regolarmente il Mezzalama sabato 27 aprile o spostarlo di qualche giorno».
 
PROGRAMMA ATLETI

XIX EDIZIONE DEL TROFEO MEZZALAMA

VALTOURNENCHE – venerdì 26 aprile
Centro congressi/Palazzetto dello sport

h.10,30-h.18,30 Ritiro pettorali e verifica dei materiali

Riceverete un buono da consegnare in Hotel, tre buoni
per il pranzo del 27 Aprile a Gressoney, i pettorali, il premio di partecipazione e 3 sacchi-bagaglio numerati.
I SACCHI servono per il trasporto dei vostri effetti personali da Breuil Cervinia a Gressoney La Trinité: il mattino della gara li potete lasciare in area partenza (Bardoney) . Lì verranno presi in consegna e trasportati a Gressoney con i camion militari adibiti a questo servizio.
L’organizzazione non risponderà dei sacchi lasciati negli alberghi.

h. 14,00–h. 18,00 Accredito giornalisti e ospiti

h. 14,00-h.19,00 Palestra Centro Congressi - Servizio di annullo postale con cartoline dell’evento

h. 18,30 SALA CONGRESSI - Briefing tecnico obbligatorio per i capi s






 
Mappa percorso 2015



Ubi banca

Agusta westland
Pellissier Helicopter
L'arca
Monterosa ski
Cervino spa
BPG
Sport Studio